Si spiaggi chi può: libera o attrezzata? A volte è una scelta obbligata

Inchiesta spiaggia Altroconsumo
Pubblicato

Inchiesta Altroconsumo: La spiaggia giusta

Prezzi di sdraio e lettini da Nord a Sud del nostro Paese

Che si scelga di andare al mare al Nord oppure al Sud: non sempre la scelta fra spiaggia libera, attrezzata e in gestione agli stabilimenti balneari è una propria scelta. Alcuni tratti di costa del nostro Paese non offrono alternative, come per esempio ad Alassio dove l’arenile è dato quasi interamente in concessione e i pochi tratti di spiaggia libera sono letteralmente presi d’assalto da giovani comitive o da famiglie numerose che non possono permettersi di pagare sdraio e lettini per tutti.

Dall’inchiesta condotta da Altroconsumo riguardo il costo di una sdraio e due lettini nella prima settimana di agosto 2018 è emerso da un campione di nove spiagge che i prezzi spesso sono un fattore determinante nella “scelta” e possono variare notevolmente a seconda della località balneare. La già citata Alassio può costare 230,00 euro mentre lo stesso servizio a Rimini può costare 116,00 euro.

Un’altra località balneare ad alta frequentazione è Lignano Sabbiadoro dove le sue spiagge sono interamente gestite dal consorzio Lignano Sabbiadoro Gestioni S.p.a.; stabilimenti simili che offrono servizi similari a prezzi allineati. Qui le prime file hanno un costo maggiorato rispetto alle file più lontane dal mare: sdraio e lettini costano 136,00 euro.

Discorso differente a Viareggio dove i prezzi sono uniformi, indipendentemente se la fila prescelta sia fronte-mare o arretrata; a differenza però delle colleghe del Nord-Italia qui c’è maggiore scelta nelle spiagge libere e non si è “obbligati” nel dover noleggiare sdraio e lettini presso gli stabilimenti balneari per potersi rilassare al sole assieme a tutta la famiglia.

Gallipoli, e per la precisione le spiagge delle riserve naturali di Punta della Suina e Torre Pizzo, i prezzi possono raggiungere i 315,00 euro per la prima fila (il costo si dimezza se invece ci spostiamo a Gallipoli città con i suoi 179,00 euro sempre nella prima settimana di agosto 2018).

Proseguendo al Sud anche a Taormina e Giardini di Naxos, fra le più frequentate località balneari della Sicilia, i prezzi di ombrellone e lettini può variare molto a seconda della scelta fra prima fila e file più distanti dal mare (va dai 98,00 ai 280,00 euro).

Altroconsumo ha svolto un sondaggio chiedendo a 642 persone (da Nord a Sud e sia di sesso maschile che femminile) quale tipologia di spiaggia fosse la loro prediletta ed è emerso che il 35% degli intervistati preferisce una spiaggia attrezzata a pagamento, il 34% una spiaggia libera con servizi come bar e docce e il 31% una spiaggia libera non attrezzata. Gli italiani preferiscono quindi spiagge a pagamento ma il 52% di questi ha anche denunciato l’elevato prezzo per il noleggio di attrezzature.

Alcuni consigli: prima di scegliere la spiaggia più adatta a tutta la famiglia è bene prendere in considerazione alcuni fattori come la presenza di servizi e la possibilità di acquistare acqua e cibo, oppure la presenza di servizi igienici e la qualità delle acque (visionabile sul Portale delle Acque del Ministero della Salute).

Infine, il portale trovaspiagge.it: offre numerose informazioni utili sulle spiagge italiane come la composizione granulometrica degli arenili, la qualità delle acque di balneazione, la presenza di servizi, l’assegnazione di Bandiere Blu della FEE e Bandiere Verdi da parte dell’Associazione pediatri italiani oltre alla presenza di aree accessibili per i disabili motori. È possibile inoltre lasciare gratuitamente la propria recensione alle spiagge per aiutare gli altri visitatori nella loro scelta.

 

Vai alla pagina degli articoli

Hai trovato una spiaggia da consigliare?
La tua spiaggia preferita non risulta tra le nostre?

Segnalaci una nuova spiaggia