Inchiesta Altroconsumo: Stabilimenti balneari Rimini

Inchiesta Altroconsumo Stabilimenti balneari - Rimini
Pubblicato

Estate 2018: Qualità dei servizi offerti in spiaggia e tariffe

Nel weekend 30 giugno/1 luglio un team di Altroconsumo in incognito si è recato a Rimini per valutare i servizi offerti in spiaggia dagli stabilimenti balneari ai propri clienti. Sono stati analizzati 19 “bagni” ponendo attenzione alle seguenti aree di analisi:

  • servizio ombrelloni
  • servizio di intrattenimento
  • servizio di ristorazione
  • servizi accessori
  • tariffe (importi, chiarezza e visibilità d’esposizione).

I nostri rilevatori hanno personalmente analizzato i servizi offerti in spiaggia nei vari stabilimenti balneari in esame e chiesto ai rispettivi gestori tutte le informazioni utili per la compilazione del report, comportandosi come comuni avventori.

Risultati

Per quanto riguarda il servizio ombrelloni i dati emersi sono piuttosto uniformi poiché in tutti gli stabilimenti analizzati c’è una distanza media di circa 200 cm fra un ombrellone e l’altro e di 600 cm fra una fila e l’altra. Il servizio include in tutti i casi analizzati il noleggio di un ombrellone con tavolino alla sua base e due lettini. Inoltre, è sempre presente un camminamento (predella) che porta al mare.

Quanto al servizio di intrattenimento:  il 95% degli stabilimenti dispone di un’area giochi per bambini e di un campo da beach volley, il 79% offre anche il tavolo da ping-pong e il 74% ha servizi di vario genere come: aree picnic, disponibilità di racchettoni, zona bocce, area accessibile ai cani, piscina per bambini, biliardo e zona wellness.

Alcuni stabilimenti analizzati non dispongono di servizi di intrattenimento propri ma condivisi con lo stabilimento vicino; questi casi sono stati valutati alla stregua di quelli con servizi propri, poichè il cliente può fruirne ugualmente.

Servizio di ristorazione: poco meno della metà degli stabilimenti analizzati è dotata di bar e ristorante. Coloro che dispongono anche di un servizio di ristorazione offrono più alternative per il pasto diurno: panini, tavola fredda, self service e à la carte. Quattro degli stabilimenti balneari in esame offrono anche un servizio di ristorazione serale più o meno articolato.

In assenza di bar e ristorante sono comunque aperte al pubblico delle aree ristoro e nelle immediate vicinanze della spiaggia sono presenti delle strutture indipendenti dove poter acquistare e/o consumare il proprio pasto.

Servizi accessori: in questa voce è stata considerata la disponibilità di una fonte di acqua potabile, docce comuni e cestini per i rifiuti.

È risultato che tutti gli stabilimenti visitati dispongono di una fonte di acqua potabile e di docce (con acqua fredda) utilizzabili gratuitamente da parte dei clienti. In cinque stabilimenti è anche risultato possibile fare gratuitamente una doccia calda , mentre in altri tre la doccia calda è disponibile a pagamento. Il numero delle docce è in media di una ogni 73 ombrelloni, ma la variabilità del dato è elevata,  variando il range da un minimo di 28 ad un massimo di 180 ombrelloni per una doccia (in quest’ultimo caso i clienti dovranno affrontare tempi di attesa più lunghi, soprattutto in alta stagione).

Quanto alla presenza di cestini rifiuti, mediamente un cestino copre 15 ombrelloni (con un range di variabilità che va da 7 a 30).

L’ultima area ad essere analizzata è stata quella relativa alle  tariffe al pubblico, sia per il noleggio attrezzature presso gli stabilimenti balneari che per le consumazioni all’interno dei bar.

Le tariffe relative ai servizi di stabilimento sono esposte nel 79% dei casi (15 su 19), ma solo nel 43% l’esposizione è chiara e ben visibile (senza fraintendimenti e in zona immediatamente visibile al pubblico). Analoghi i risultati per le tariffe del bar (78% e 33%).

Quanto al livello tariffario: abbiamo rilevato i prezzi massimi e minimi praticati da ogni stabilimento per un ombrellone e due lettini in agosto. La variabilità tra massimo e minimo nello stesso stabilimento può dipendere dal periodo (giorno/settimana) o dalla posizione (prime/ultime file).

In media per una giornata si spendono 19 euro (dai 12 ai 30), per una settimana 105 (dai 64 ai 180) e per l’intero mese 275 (dai 168 ai 470). Come si può osservare è notevole la variabilità.

Per valutare i prezzi praticati al bar degli stabilimenti, abbiamo calcolato il costo medio di una lattina di Coca Cola da 33cl (2,59), una bottiglietta di acqua da 50 cl (1,26), un cono Algida classico (2,23) e un caffè (1,1). La variabilità tra un bar e l’altro in questo caso è molto limitata (nel caso del caffè nulla).

Vai alla pagina degli articoli

Hai trovato una spiaggia da consigliare?
La tua spiaggia preferita non risulta tra le nostre?

Segnalaci una nuova spiaggia